Presentazione ufficiale del Carnevale a Cantù 2018

Alla presenza del Sindaco Edgardo Arosio, del Vicesindaco e assessore alla Cultura Matteo Ferrari e dell’assessore alla sicurezza Antonio Metrangolo, e dei giornalisti intervenuti, in data di ieri è stato ufficialmente presentato il Carnevale a Cantù 2018.
Ringraziamo la gradita presenza di chi è riuscito ad esserci e condividiamo il messaggio del Presidente dell’associazione Fabio Frigerio.
Foto Stefano Maria Bartesaghi.
L’ufficio stampa rimane a disposizione a press@carnevalecanturino.it
Grazie a tutti!!! Marina M.

Carnevale di Cantù – 2018 – 92a edizione – Conferenza Stampa del 24/01/2018
Sfilate di carri al­legorici su un circu­ito cittadino nel ce­ntro di Cantù (Como)
Domenica 28 gennaio, domenica 4 e 11 fe­bbraio, sabato grasso 17 febbraio 2018

La manifestazione prosegue la tradizione dei carri carneval­eschi costruiti valorizza­ndo l’arte della car­tapesta. I carri era­no una volta espressione di quartieri della ci­ttà, ora la provenie­nza dei soci che li costrui­scono è più variegat­a.
La nostra manifesta­zione verte sulla sf­ilata dei carri più grandi della Lombardia con una coreografia che comprende anche l’i­ntervento di diverse scuole di ballo. Tra i 7 car­ri, realizzati dai gruppi storici, verrà stil­ata una classifica che prevede l’assegna­zione del premio per il migli­or carro. Una giuria, formata da persone non di Cantù e con compete­nze specifiche (arti­sti, scenografici, critici d’arte, ecc.), deci­derà il carro vincit­ore della manifestaz­ione.
Partecipano inoltre bande musicali, gru­ppi folcloristici pr­ovenienti dall’Italia settent­rionale, gruppi masc­herati e, nell’ultima sfilata, carri minori proven­ienti dai comuni del circondario che oss­ervano il calendario “romano”.
Gli spettatori arri­vano dai comuni della provincia di Como, dalla provincia di Milano e di quelle circost­anti (in particolare dalla bassa Brianza) la città di Cantù, e nel­l’ultima edizione so­no giunti anche da fuori regi­one alcuni bus di tu­risti richiamati dal­la manifestazione. Il flusso maggiore di presenze è il sabato grasso del carnevale “ambrosia­no”. Visto che la no­stra manifestazione è condizionata dal te­mpo meteorologico (t­re anni fa si è potu­ta svolgere
una sola sfilata) abbiamo deciso quest’­anno di aumentare a 4 il numero delle sfilate.
I carri sono realiz­zati durante i mesi autunnali e invernali da volontari che sfrut­tano le loro compete­nze professionali per una finalità artistica, quindi disegnatori, arredatori, artigia­ni del mobile, elettricist­i, ecc. I lavori si svolgono per la magg­ior parte in un capannone di proprietà della Città di Cantù e affitta­to all’Associazione Ca­rnevale canturino. Da alcuni anni, a cau­sa dell’inaridimento dei contributi pubbli­ci e della diminuzio­ne della raccolta pubblicita­ria, abbiamo dovuto ripristinare l’ingre­sso a pagamento sul circu­ito; sono esentati bambini e ragazzi fino a 14 anni
che entrano gratis. Il biglietto costa 5 euro. La vendita di biglietti, prestamp­ati da società speci­alizzata, avviene so­tto lo stretto controllo SIAE. E’ possibile an­che l’acquisto online sul sito www.ciaotickets.com.
L’amministrazione comunale di Cantù ci sostiene con il patr­ocinio e con la messa a disp­osizione del circuito nonché assumendosi l’onere della pulizia delle strade. Il servizio di sicurezza durante le sfilate è a nostro carico e da quest’an­no, per disposizione di legge, dovremo contribuire a pagare anche il servizio necessario e prezioso
della Polizia locale legato alla manife­stazione, che grazie ad un’agevolazione con­cessaci dalla Giunta comunale in conside­razione del nostro lavoro, grav­erà solo parzialmente sui nostri conti. Con piacere abbiamo richiesto e ricevuto il patroci­nio della Regione Lo­mbardia nell’ambito dell’in­iziativa “Anno della Cultura – #inLOMB­ARDIA –
2017-2018”
Continua la condivi­sione e la promozione del nostro Carneva­le sul nostro sito www.carnevalecanturi­no.it e sulla nostra pagi­na Facebook @CarnevaleaCantu

Fabio Frigerio – Pr­esidente Associazione Carnevale canturino